LAVORO NOTTURNO, CHIARITI I MODI DELLA DETASSAZIONE. LA UIL DI BERGAMO SCRIVE ALLE ORGANIZZAZIONI DATORIALI

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 83 del 17 agosto scorso, ha chiarito definitivamente che la tassazione agevolata al 10% per il lavoro notturno deve riguardare, oltre alla maggiorazione, anche la quota di retribuzione ordinaria delle ore lavorate tra le 18 e le 6. Si tratta di una questione da tempo sollevata anche dalla Uilm e in merito alla quale la segreteria di Bergamo del sindacato dei metalmeccanici, nel dicembre scorso, aveva inviato una nota a tutte le associazioni datoriali per segnalare il problema.
La segreteria provinciale della Uil ha quindi già provveduto a spedire a Confindustria Bergamo, Api Bergamo, Associazione Artigiani, Cna Bergamo e Lia Bergamo una comunicazione informativa con la richiesta, da inoltrare a tutte le imprese associate, di sistemare il 2010 a partire dalla prossima busta paga e di predisporre con urgenza le previste certificazioni CUD per il 2008 e il 2009 alla luce della possibilità concessa ai lavoratori di chiedere entro il 30 settembre il rimborso fiscale delle tasse pagate in più negli anni passati.

“Attraverso la presa di posizione dell’Agenzia delle Entrate – sottolinea il segretario provinciale della Uilm, Angelo Nozza – almeno per i lavoratori che fanno la notte anche a turni alternati si apre la concreta possibilità di beneficiare di una consistente detassazione”. Per richiedere il rimborso tramite il Caf della Uil, che ha sede in via San Bernardino 72/e a Bergamo, gli interessati dovranno presentare la seguente documentazione: la certificazione del datore di lavoro delle ulteriori retribuzioni a tassazione ridotta; il Cud del 2008 e del 2009; la dichiarazione dei redditi (730 o Unico) relativa agli stessi anni. Per ulteriori informazioni è possibile comunque contattare il Caf Uil allo 035/240845.