LA UIL IMMIGRATI IN PIAZZA A BERGAMO CON LA SOCIETA' CIVILE CONTRO IL PACCHETTO SICUREZZA

C'è anche la Uil Immigrati tra le associazioni, i movimenti e i partiti politici che sabato 28 marzo, con ritrovo presso la stazione ferroviaria di piazzale Marconi a Bergamo, parteciperanno alla manifestazione "Città aperta. Diritti e... cittadinanza" organizzata per portare in piazza la società civile contro le misure del "pacchetto sicurezza" varato dal Governo e che, secondo gli organizzatori, "violano i principi umanitari e la dignità stessa delle persone, alimentando la spirale di razzismo e xenofobia che attanaglia la società italiana". Al corteo hanno dato la loro adesione, tra gli altri, pure le associazioni degli immigrati da Marocco, Senegal, Albania, Burkina Faso e Senegal, il Centro culturale islamico, Rifondazione Comunista e le organizzazioni sindacali di Uil, Cisl e Cgil. A tutti, però, è stato rivolto l'invito a partecipare senza bandiere, in qualità di uomini e donne, cittadini e cittadine, migranti e non. La manifestazione servirà anche per avanzare alcune richieste al Governo, tra cui il prolungamento dei permessi di soggiorno per attesa occupazione, il decentramento ai Comuni delle pratiche relative agli stessi, la soppressione del divieto di segnalazione dei migranti senza permesso da parte del personale sanitario e amministrativo, delle ronde e delle tasse sui permessi di soggiorno e sulla cittadinanza. L'inizio del corteo è fissato per le 15