IPOTESI DI RINNOVO DEL CCNL PER LE COOPERATIVE SOCIALI

Roma, 27 marzo 2019 - Firmata ieri notte, dopo 14 ore di lavoro ininterrotto, l’ipotesi contrattuale del CCNL 2017/2019 per le cooperative sociali

FIRMATA L'IPOTESI DI RINNOVO DEL CCNL PER LE COOPERATIVE SOCIALI

Nella Delegazione Nazionale anche Rossella Buccarello Segretario Generale della Uil Fpl di Bergamo

Roma, 27 marzo 2019 - Firmata ieri notte, dopo 14 ore di lavoro ininterrotto, l'ipotesi contrattuale del CCNL 2017/2019 per le cooperative sociali, che nella bergamasca, con 226 realtà presenti, coinvolgono circa 11mila addetti.

Presenti al tavolo le Centrali Cooperative LegaCoop, ConfCooperative, AgciLazio e le Organizzazioni Sindacali Uil Fpl, UilTuCs, Cgil Fp, Cisl Fp e Cisl Fisascat. Nella delegazione nazionale che ha partecipato alla trattativa e alla firma ci sono anche due bergamaschi: Rossella Buccarello, Segretario Generale della Uil Fpl di Bergamo e Omar Piazza per ConfCooperative.  

Significativi gli aggiornamenti nel nuovo contratto a livello economico: ai lavoratori verranno corrisposti 300 euro una tantum come copertura per il periodo 1 gennaio 2017- 31 dicembre 2019; i minimi conglobati nella retribuzione al livello C1 verranno incrementati con 35 euro a novembre 2019, 25 euro ad aprile 2020 e 20 euro a settembre 2020; la percentuale destinata alla previdenza complementare è stata innalzata dello 0,5 per cento; per la copertura dell'assistenza sanitaria integrativa verrà erogato un contributo di 5 euro mensili per ogni lavoratore.

Anche sulla parte normativa e sociale ci sono importanti novità, tra queste il riconoscimento delle 11 ore di riposo tra un turno e l'altro; la trasformazione del 20 per cento dei lavoratori con contratto a termine; la rivisitazione dell'art. 47 sull'inquadramento del personale con inserimento di nuove figure professionali; l'istituzione del Premio Territoriale Retributivo con definizione nelle trattative di secondo livello.

"Siamo soddisfatti del rinnovo e del lavoro fatto per un settore simbolo di valori sociali ed espressione di sussidiarietà ed impegno, che raccoglie oggi il maggior numero di madri monoreddito di etnie diverse - dichiara Rossella Buccarello - Procederemo ora con le assemblee sul territorio per giungere al 20 maggio alla firma ufficiale del CCNL rinnovato".

"Un contratto che ha richiesto presenza e lavoro ma che ha prodotto i suoi risultati - ha dichiarato il Segretario Generale di Uil Fpl Michelangelo Librandi - Non possiamo che auspicare come l'impegno e la comunicazione posta nel rinnovo di questo contratto, possa essere d'esempio e motivo al prosieguo delle trattative in altri tavoli, a partire da quello della sanità privata le cui richieste ed il silenzio posto demotiva e danneggia i tanti lavoratori che attendono da oltre 12 anni il suo rinnovo".

A Librandi fa eco Bartolomeo Perna, Responsabile Nazionale del Terzo Settore della Uil Fpl: "Dopo ben 27 mesi di trattative serrate, siamo riusciti a dare risposte concrete ai circa 450mila lavoratori e lavoratrici operanti nel settore socio-sanitario-assistenziale-educativo e di inserimento lavorativo che da oltre sette anni attendevano questo rinnovo".