EDILCASSA ARTIGIANA DI BERGAMO

I DATI DI EDILCASSA ARTIGIANA DI BERGAMO: UNO SPECCHIO DELLA SITUAZIONE DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI NELA PROVINCIA DI BERGAMO.

EDILCASSA ARTIGIANA DI BERGAMO
Presidente: Angelo Marchesi
Vice Presidente: Giuseppe Mancin
Direttore: Giovanni Gervasoni
Parti costituenti: CONFARTIGIANATO BERGAMO, CNA BERGAMO, LIA – FENEAL/UIL, FILCA/CISL e FILLEA/CGIL.

I DATI DI EDILCASSA ARTIGIANA DI BERGAMO: UNO SPECCHIO DELLA SITUAZIONE DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI NELA PROVINCIA DI BERGAMO.

Con la conferenza stampa odierna si vuole illustrare la situazione del settore delle costruzioni edili nella nostra provincia per le imprese e i lavoratori che fanno riferimento alla Edilcassa Artigiana di Bergamo.

  • Illustrare i risultati dell'esercizio 2018 rispetto all'esercizio 2017 per quanto riguarda le imprese ed i lavoratori iscritti ad Edilcassa, le ore di lavoro lavorate e la massa salariale denunciata;
  • presentare l'andamento del settore negli ultimi sei anni appena trascorsi ( 2013 - 2018  ) per vedere quale sia stata la tendenza che si à manifestata dal settore;
  • illustrare le principali azioni di welfare svolte da Edilcassa a favore ed a sostegno delle imprese e dei lavoratori nel corso dell'esercizio 2018;

Dalla fotografia che ne deriva dalla lettura dei dati che andremo ad illustrare ne emerge che il comparto edile bergamasco che fa riferimento ad Edilcassa Artigiana, pur ridimensionato dalla crisi, resta di assoluto rilievo e manifesta rilevanti potenzialità in grado di contrastare e reagire con decisione in un mercato ancora incerto nel suo sviluppo.

ESERCIZIO 2018: CONFRONTO DEI RISULTATI DELL'ESERCIZIO 2018 RISPETTO ALL'ESERCIZIO 2017, IMPRESE E LAVORATORI ISCRITTI, LE ORE DI LAVORO LAVORATE E LA MASSA SALARIALE DENUNCIATA.

L'esercizio 2018 di Edilcassa si chiude ( per le Edilcasse l'esercizio inizia il 1 di ottobre e termina il 30 settembre ) con una serie di dati positivi che documentano la volontà di ripresa di un settore che ha saputo reagire alla crisi cercando e creando nuove soluzioni.

Nel corso del 2018 il numero delle imprese iscritte è rimasto praticante lo stesso: le imprese iscritte nel 2017 erano state 1.575, mentre nel corso del 2018 sono state 1.568, con una diminuzione di 7 imprese, pari quindi ad una diminuzione dello  0,44%.

Per quanto riguarda gli operai attivi abbiamo un netto aumento di 508 lavoratori, realizzando un incremento degli occupati del 9,16%: se nel 2017 gli operai iscritti erano 5.547, nel 2018 sono stati 6.055.

Altrettanto positivi sono i dati riguardanti sia la massa salari denunciata dalle imprese che il numero delle ore ordinarie lavorate: la massa salari vede un aumento del 3,17%, mentre le ore ordinarie lavorate aumentano del 2,71%.

Nel corso del 2017 la massa salariale denunciata è risultata essere pari ad € 71.546.881, mentre nell'esercizio 2018 è passata ad € 73.812.802, con un aumento di circa € 2.300.000, pari al 3,17%.

Mente il numero delle ore ordinarie lavorate denunciate ad Edilcassa, se nel 2017 ammontava a 6.630.411, nel 2018 le ore ordinarie lavorate sono state 6.809.838, con un aumento di 179.427 ore, pari al 2,71%.

Volendo fare il punto della situazione sulla base dei dati che caratterizzano il 2018 rileviamo due tendenze:

  • le imprese edili che operano  sono ancora in una fase di diminuzione, una fase di diminuzione che si affievolisce sempre di più ma permane;
  • contemporaneamente le imprese operative stanno reagendo riorganizzandosi e ristrutturandosi; aumentando il personale addetto, aumentando le ore lavorate e conseguentemente aumentando la massa salariale denunciata.

Nel 2018 siamo quindi in presenza di una tenuta del numero delle imprese attive del settore anche se la tendenza leggermente negativa documenta una situazione di debolezza sul versante delle imprese. Tuttavia le più attive danno segnali capacità di riorganizzazione  aumentando il numero egli addetti e conseguentemente il numero delle ore lavorate e la corrispondente massa salari denunciata.

L'ANDAMENTO DELLE IMPRESE EDILI BERGAMASCHE ISCRITTE AD EDILCASSA ARTIGIANA DI BERGAMO NEL PERIODO 2013 – 2018

Volendo collocare i risultati ottenuti nel dell'anno 2018 in un contesto più ampio si vuole portare l'attenzione sulla dinamica che si è sviluppata nel periodo che va dal 2013 sino al 2018.

La crisi economica che ha coinvolto il settore edili ha prodotto i suoi effetti dal 2009 sino a tutto il 2014.

Tuttavia a partire dall'esercizio del 2015 in poi siamo in presenza di una situazione di tenuta complessiva del sistema rispetto ai valori raggiunti nel 2015 stesso; tenuta complessiva che si mantiene fino a tutto il 2017 e vede nel corso dell'esercizio 2018 uno sviluppo positivo.

Si vuole evidenziare che i positivi risultati ottenuti nel corso del 2018 non sono effetto un rimbalzo, in quanto sono piuttosto preceduti da un triennio di faticosa stabilizzazione (2015, 2016 e 2017), un periodo nel quale  la realtà produttiva che fa riferimento ad Edilcassa che ha tenuto ed ha contrastato in maniera efficace la crisi del settore edile.

I dati positivi che derivano dalla verifica del periodo 2015 -2018 non ci fanno tuttavia dimenticare la profonda differenza e le trasformazioni intervenute dall'inizio della crisi nel 2009 ad oggi in edilizia.

Se si considera il periodo che va dal 2003 ed arriva sino al 2018, si constata come il numero delle imprese è diminuito del 43,48%, il numero dei lavoratori del 41,10%, il numero delle ore lavorate del 41,88%, la massa salariale denunciata dalle imprese del 10,55%.

IL COSTANTE RILIEVO ECONOMICO E SOCIALE DELLE IMPRESE EDILI BERGAMASCHE

Il settore delle costruzioni nella provincia di Bergamo che fa riferimento ad Edilcassa Artigiana nel 2018, in termini di imprese e di lavoratori occupati,  manifesta in ogni caso tutto il rilievo economico e sociale che continua a mantenere l'edilizia bergamasca.

Al 2018, risultano operanti nella Provincia 1.568 imprese edili; in queste aziende sono stati occupati 6.053 lavoratori; che sono state 6.807.637 le ore lavorate e che la massa salariale denunciata  alla Casse, sempre nel 2018, è di 74.000.000 milioni di euro.

Dati, questi, che documentano come nonostante gli effetti della crisi resta rilevante la realtà edile delle imprese e dei lavoratori nella Provincia bergamasca.

L'AZIONE DI ASSISTENZA SVOLTA DA EDILCASSA A FAVORE DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI

E resta costante anche l'azione di supporto e di assistenza alle imprese e ai lavoratori edili della nostra provincia portata avanti dall'azione di Edilcassa per gli aspetti derivanti dal rapporto di lavoro.

Nello scorso 2018 Edilcassa Artigiana di Bergamo ha sostenuto le imprese ed i  lavoratori nei seguenti principali interventi:

Alle imprese: complessivamente sono state liquidate 2.819 pratiche di assistenza alle imprese ed erogati complessivamente € 949.041,00; nel dettaglio:

  • per il rimborso delle indennità di malattia sono state liquidate 2.406 pratiche ed erogati € 569.041,00;
  • per il rimborso delle indennità di infortunio sono state liquidate 413 pratiche ed erogati  € 380.000,00.

Ai lavoratori: complessivamente sono stati erogati ai lavoratori

  • a titolo di assistenze e di sussidi sono state liquidate 1.899 richieste ed erogati € 324.434,00;
  • per Anzianità Professionale edile: sono stati coinvolti 3.979 lavoratori e sono stati erogati € 3.303.362,00;
  • per le ferie sono stati coinvolti 5.068 i lavoratori, ai quali sono stati erogati complessivamente  € 5.297.477;
  • per le tredicesime sono stati coinvolti 5.137 lavoratori ai quali sono stati erogati erogati € 5.290.707.

Rilevante risulta poi essere il servizio svolto da Edilcassa attraverso l’emissione del DURC, documento unico di regolarità contributiva, che svolge l’importante funzione di strumento per la verifica del corretto adempimento degli obblighi in materia contributiva e per il rispetto del contratto collettivo di lavoro: nel 2018 Edilcassa ha emesso 1.474 DURC.

LA CENTRALITA' DEL RUOLO DI EDILCASSA E DI CPTA NELL'ACCORDO DEL 22 OTTOBRE 2018 CON IL QUALE SI E' RINNOVATO IL CONTRATTO INTEGRATIVO RPOVINCIALE DI LAVORO DELLE IMPRESE EDILI ARTIGIANE

In questo contesto va ricordata la centralità del ruolo attribuito ad Edilcassa e a CPTA dalle parti sociali artigiane edili con l'accordo del 22 ottobre 2018 con il quale si è rinnovato il contratto integrativo provinciale di lavoro per le imprese edili artigiane.

L'accordo si caratterizza per una importante riduzione dei costi attraverso la diminuzione del costo complessivo della contribuzione a carico delle imprese dovuta ad Edilcassa ed un forte impulso nella azione di aggiornamento e di potenziamento delle prestazioni e delle assistenze da riconoscere alle imprese a ai lavoratori iscritti ad Edilcassa e a CPTA.

Infatti le aliquote contributive a favore di Edilcassa a carico delle imprese sono state ridotte, in valore percentuale, di circa il 10%, con una diminuzione di 1,20%, mentre sono state rimodulate le restanti aliquote.

Un abbassamento dei costi che si accompagna con l'investimento fatto dalle parti sociali nell'ampliamento del welfare riconosciuto agli iscritti ad Edilcassa e a CPTA.

Si è infatti deciso sia il ripristino integrale delle assistenze a favore delle imprese e dei lavoratori, che l'intervento e la rivisitazione complessiva delle Assistenze che Edilcassa riconosce ai propri iscritti.

In aggiunta alle ordinarie Assistenze riconosciute dallo specifico Regolamento è stato disposto inoltre uno stanziamento di € 800.000,00 per specifici interventi di assistenza da erogare alle imprese ed ai lavoratori nel periodo di durata di vigenza del contratto collettivo provinciale.

SOSTEGNO ALLE IMPRESE ED AI LAVORATORI NEL CAMPO DELLA SICUREZZA, DELLA SALUTE E NELLA FORMAZIONE

Vanno inoltre evidenziati gli ulteriori servizi forniti alle imprese e ai lavoratori iscritti di Edilcassa.

Infatti se Edilcassa svolge un sostegno di carattere prevalentemente economico, le imprese edili ed lavoratori iscritti hanno, attraverso l’azione di CPTA - Comitato Paritetico Territoriale Artigiano, anche un servizio ed una tutela sia per formazione in tema di sicurezza sul lavoro, per la salute dei titolari, dei soci lavoratori, dei lavoratori dipendenti e dei lavoratori autonomi, sia per la sicurezza dei lavoratori in edilizia .

In sintesi i caratteri di tali interventi nel 2018:

  • la sorveglianza sanitaria alla quale aderiscono 918 imprese per 3.243 tra titolari, soci lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi;
  • la fornitura di DPI, dispositivi di protezione individuale ( indumenti da lavoro e calzature antinfortunistiche ), che ha raggiunto le 5.900 forniture di calzature ed indumenti da lavoro a favore dei lavoratori e che ha comportato una spesa di circa € 200.000;
  • formazione sulla sicurezza in tema di sicurezza il 2018 ha visto la partecipazione di  1.161 lavoratori e per i quali sono state erogate 11.392 ore di formazione.

Azioni queste sviluppate a favore delle imprese e dei lavoratori iscritti ad Edilcassa per mezzo del CPTA - Comitato Paritetico Territoriale Artigiano per la sicurezza e la salute dei lavoratori in edilizia .