CAMBIO AL TIMONE DELLA UIL BERGAMO

CORTINOVIS LASCIA, NOZZA È IL NUOVO SEGRETARIO GENERALE
Il Segretario uscente ha ritirato la candidatura per mantenere l’unità del Sindacato

E' Angelo Nozza il nuove Segretario Generale della UIL Bergamo. Lo ha decretato l'assemblea delle categorie, riunitesi per il 17esimo Congresso Provinciale nel pomeriggio di giovedì 5 e durante la giornata di venerdì 6 aprile al Grand Hotel del Parco di Stezzano.

Il Segretario uscente, Amerigo Cortinovis, che ha retto le fila dell'Organizzazione dal giugno del 2015 - in seguito alla scomparsa dell'allora Segretario Marco Cicerone - ha fatto un passo indietro ritirando la sua candidatura a causa di frizioni interne al Sindacato e a disposizioni della UIL Nazionale e Regionale, che mirano ad un programma di rinnovamento generale.

Nella sua relazione, dopo un'analisi generale della situazione economica e sociale sia in Italia che sul territorio Bergamasco, Cortinovis ha parlato della fase in cui si trova la UIL Bergamo: "E' necessario che la nostra Organizzazione si attrezzi al meglio, con il coinvolgimento massimo di tutte le categorie. Siamo un Sindacato più agile di CGIL e CISL, non dobbiamo essere un'appendice marginale ma il soggetto più predisposto all'innovazione e al cambiamento".

La Segreteria uscente si era impegnata, nello spirito della continuità, ad implementare ulteriormente il programma politico deciso nel Congresso del 2014. "Da allora ci siamo impegnati in un'opera di risanamento sia economico che organizzativo – ha continuato Cortinovis -. Dal lato economico si sono gestite le risorse a disposizione con molta attenzione e oculatezza. Questa politica ci ha permesso di consegnare oggi un'Organizzazione in piena salute dal punto di vista delle risorse finanziarie, che possono essere utilizzate per fare investimenti per lo sviluppo della UIL sul Territorio".

Per quanto riguarda i problemi interni alla UIL, Cortinovis ha espresso il suo rammarico: "In questi anni tutte le categorie, piccole e grandi, hanno sempre sostenuto che le scelte politiche e dei quadri dirigenti dell'Organizzazione vanno svolte sul Territorio. Purtroppo, tali scelte sono state condizionate da equilibri politici tra alcune categorie e dai livelli superiori".
Preso atto di questa situazione, Amerigo Cortinovis ha comunicato, in conclusione, di ritirare la propria candidatura "perché questo possa svelenire il clima all'interno dell'Organizzazione. Credo che per affrontare le sfide che la Camera Sindacale ha di fronte, richieda la massima unità di intenti da parte di tutti".

Durante gli interventi, le varie categorie hanno ringraziato il Segretario uscente per l'ottimo lavoro svolto ed hanno sottolineato la nobiltà del suo gesto, tutto improntato a non creare una spaccatura all'interno della UIL.

Lo stesso apprezzamento lo ha manifestato anche Angelo Nozza, durante il suo intervento: "Ringrazio Cortinovis, il suo gesto di responsabilità gli fa onore. Oggi non vince o perde qualcuno, oggi deve vincere la UIL".
Nozza ha parlato del Sindacato che vorrebbe, tutto all'insegna della novità, del dialogo, della sfida verso il futuro. "Questi otto anni di crisi hanno modificato profondamente la nostra società. Mantenere la nostra autonomia come UIL ci ha permesso di dialogare con tutti i governi ma il problema rimane al nostro interno, dove non ci parliamo abbastanza. Donne e uomini della UIL hanno bisogno di confrontarsi, di parlarsi, ma anche e soprattutto di ascoltarsi".

Il neosegretario punta soprattutto a guardare avanti: "Abbiamo perso tempo, risorse ed energie a parlare del passato. Ora però dobbiamo pensare al futuro, concentrarci su ciò che possiamo fare e che abbiamo la capacità di fare. La nostra potenzialità è molto alta, così come lo è la nostra competenza quindi, insieme, dobbiamo rafforzare il nostro Sindacato: le sedi territoriali vanno rilanciate, i servizi che offriamo ai nostri iscritti sono fondamentali. Dobbiamo cogliere l'opportunità che abbiamo, dobbiamo rinnovarci, dobbiamo parlare alle persone, ai giovani, dobbiamo ridare speranza ai lavoratori, solo così potremo contare davvero".

Alla due giorni di assemblea hanno preso parte anche Danilo Margaritella, Segretario Generale UIL Milano e Lombardia e Antonio Foccillo, Segretario Nazionale UIL, che ha chiuso i lavori del 17esimo congresso complimentandosi per la grande partecipazione che le varie categorie hanno manifestato in questa importante occasione.

Angelo Nozza è stato eletto segretario con 41 voti favorevoli, nessuno contrario e 11 astenuti.

Il neoeletto Segretario Generale ha poi nominato i membri della sua segreteria: Maurizio Regazzoni della Uiltucs come tesoriere, Giuseppe Mancin della Feneal, Alessandro Morbi della FPL, Roberto Pezzotta dello Stu Pensionati Val Seriana e Giacomo Ricciardi della UilTrasporti.